Share

Focus NBA 2k14, la schiacciata vincente di Visual Concepts

Nome: NBA 2k14
Uscita: 1 ottobre 2013
Tipologia: Sportivo
Piattaforme: PS3, Xbox 360, Xbox One, PS4, PC
Team di sviluppo: Visual Concepts

TRAMA

Torna l’attesissimo titolo di simulazione cestistica di Visual Concepts, con 2k14 per tutte le console e PC. Come in tutti i giochi di simulazione sportiva, risulta quasi inesistente la trama, che si scorge leggermente nella modalità “Carriera”.

MODALITÀ DI GIOCO

Il menù di NBA 2k14 ci propone diverse modalità: la più interessante è senza dubbio la modalità “Carriera”, che permette al giocatore di creare da zero il proprio alter-ego e portarlo ai massimi livelli del basket mondiale, attraverso numerose stagioni di difficoltà sempre maggiore. Tuttavia, la prima vera novità è l’introduzione della modalità di gioco “LeBron: Verso la Gloria”, in cui guideremo la squadra di cui fa parte LeBron e il nostro obbiettivo sarà quello di raggiungere la Hall of Fame. L’inizio di questa modalità è incentrato su come immaginiamo possa essere la carriera di LeBron: se rimanere nei Miami Heat, squadra attuale, o tentare la scalata vestendo diverse maglie. A queste due modalità, si aggiunge la classica “Partita veloce”, nella quale ci sarà la possibilità di utilizzare, oltre le squadre americane, ben 14 team della Turkish Airlines Euroleague e le italiane Olimpia EA7 Emporio Armani Milano e la Montepaschi Siena.

Dal punto di vista del gameplay notiamo, anche quest’ anno, notevoli passi avanti che vanno a braccetto con un realismo sempre maggiore. Oltre l’inserimento di ben 3500 nuove animazioni, c’è un miglioramento di alcuni aspetti dei precedenti capitoli: le stoppate e le palle rubate sono state rese più realistiche ed i passaggi, prima “calamitati”, adesso corrono il serio rischio di finire tra il pubblico se non calibrati alla perfezione. Tra le novità delle meccaniche del gameplay, sono stati introdotti il “Pro-stick” e il “2K Smart”: il primo ci permette di avere il completo controllo del giocatore, rendendolo capace di compiere qualsiasi azione; il secondo, invece, esalta la gestione degli schemi di gioco, sottolineando quanto la strategia possa cambiare le sorti di una partita.

GRAFICA E SONORO

Se, per quanto concerne la Old-gen la grafica non ha presentato grosse novità, va fatto un discorso completamente diverso per le console Next-gen. Nel confronto tra le console, infatti, il titolo mostra un realismo che stupisce per la cura di ogni piccolo dettaglio, dalle animazioni che rasentano la perfezione, alla fisica del pallone, talmente credibile da non poter essere paragonata a nessun titolo precedente, il tutto contornato da un pubblico sugli spalti non più scriptato e di cartone.

Per il comparto tecnico del sonoro, c’è da segnalare una tracklist di tutto rispetto scelta da LeBron stesso.

IN CONCLUSIONE

Se avete amato i capitoli precedenti e siete appassionati di basket, NBA 2k14 è un titolo da non perdere! Alle novità del gameplay si aggiungono quelle del comparto tecnico che presentano un gioco sempre nuovo ma che conferma quanto di buono è stato fatto fino ad oggi.

LeBron vi aspetta!

La Redazione

Non perdere i nostri appuntamenti giornalieri: resta in contatto con Play and Fun  per i focus e Tecnologia Computing per le notizie sui tuoi videogames preferiti!

Commenti

commenti

Leave a Comment