Share

Focus Metal Gear Solid 5: Snake sei già andato via?

Nome: Metal Gear Solid V Ground Zeroes
Uscita: 20 marzo 2014
Tipologia: Action
Piattaforme: Xbox 360, XboxOne, PS3,PS4
Team di sviluppo: Kojima productions

TRAMA

Vi ho fatto aspettare,eh?”, con questa frase pronunciata da Snake,  il creatore della saga di Metal Gear, Hideo Kojima, stuzzica sin dall’introduzione del gioco la curiosità dei milioni di fans che aspettavano l’uscita del titolo. Quanto è durata questa eccitazione? Fin troppo poco! Infatti Ground Zeroes, questo il nome della missione principale, dura circa 2 ore!

La trama riprende diversi episodi presenti all’interno di MGS Peace Walker, titolo del 2012 uscito su PSP,  che vede in spolvero il protagonista, Snake, nel pieno delle sue forze. In questo capitolo, la missione principale, lo vede impegnato a Cuba per conto di Militaires Sans Frontieres, presso la base di Camp Omega: campo di profughi inizialmente, utilizzata adesso come una sorta di prigione al di fuori della giurisdizione americana, per operazioni militari non ben specificate da parte delle forze speciali, che annoverano tra i propri ranghi gli XOF, guidata da Skull Face. Il compito di Big Boss sarà quello di liberare la spia Paz Ortega, per ottenere importanti informazioni su Cipher, giovanissimo membro della squadra.
Ci potremmo fermare già qui, perchè la brevità estrema del titolo, porterà il nostro eroe a spulciare al massimo questo piccolo campo di prigionia sia nella missione principale, che nelle piccolissime quattro missioni secondarie, conosciute col nome di Side Ops, sbloccabili dopo aver completato Ground Zeroes.

MODALITÀ DI GIOCO

In questo titolo, alle dinamiche nostrane di Kojima, si è voluto apportare un’innovazione che concerne l’apertura delle dinamiche di gioco, per permettere l’ingresso di MGS all’interno della nuova generazione videoludica, legata ai Free Roaming. Infatti, se nei titoli precedenti, c’era solo una strada per portare a termine una missione, in Ground Zeroes notiamo fin da subito diverse soluzioni e quindi la possibilità di approcciare, a seconda del giocatore, una strategia piuttosto che un’altra.
Molti saranno portati ad agire come MGS, da sempre emblema del genere Stealth, insegna :  ad agire nascosti, guidando Big Boss nell’ombra per eliminare i nemici in modo silenzioso. Ma, come detto prima, sarà possibile adottare uno stile molto più aggressivo, sfruttando le tecniche CQC affiancate da elementi come la slow motion, attiva quando i nemici si accorgeranno della nostra presenza.



GRAFICA E SONORO

Dal punto di vista tecnico, il titolo si mostra nella sua massima forma su console Next-Gen grazie alla risoluzione di 1080p con 60 fps. Hideo Kojima, da sempre curatore maniacale del dettaglio, ci regala, seppur per brevissimo tempo, una lavoro che va gustato per ogni suo aspetto, partendo dall’effetto della pioggia battente ad inizio gioco, arrivando agli straordinari effetti visivi della luce che, a detta di Kojima stesso, sono esaltati nella versione PS4. Ad affiancare il comparto grafico possente, una colonna sonora degna di nota, Here’s to you, del nostro Ennio Morricone.



IN
CONCLUSIONE

L’ultima opera di Kojima è una gioia per gli occhi, ma è purtroppo solo un piccolo assaggio di quello che potrebbe raggiungere la serie in futuro. Non solo la brevità del capitolo ci mette con le spalle al muro ma fa di peggio il gameplay che, rapportato all’evoluzione così marcata del comparto tecnico, non si è evoluto quasi per niente, perdendo molte delle caratteristiche che lo hanno portato ai livelli che conosciamo e sorprendendo fin troppo poco i giocatori della vecchia guardia (considerando l’evoluzione dello stealth nell’ultimo periodo) .

Metal Gear Solid Ground Zeroes però, nonostante tutte le sue mancanze, lascia i giocatori con il grande desiderio, di vivere il continuo della storia, che si compierà con il capitolo “The Phantom Pain” in uscita nel 2015. Non ci resta che incrociare le dita!

L’appuntamento con Snake è soltanto rimandato!

La Redazione

Non perdere i nostri appuntamenti giornalieri: resta in contatto con Play and fun per i focus e Tecnologia Computing per le notizie sui tuoi videogames preferiti!

 

 

Commenti

commenti

Leave a Comment