Share

Google+ aggiunge un’app linguaggio dei segni e nuove scorciatoie per utenti disabili

La notizia arriva dal famoso sito TheVerge , che ci spiega come Google abbia introdotto nuove funzionalità per il servizio Google+ Hangouts, che offre la possibilità di videochiamare singolarmente o in gruppo i propri amici, pubblicando lo stream su Google+.

L’app della compagnia interprete del linguaggio dei segni permetterà ai non udenti o agli utenti con altri tipi di disturbi all’udito, di poter integrare nelle proprie videochiamate il servizio di interprete, che permetterà di poter comunicare con chiunque sia connesso all’altra parte dello schermo.

L’interprete sarà visualizzato in un angolo in alto a destra, dell’interfaccia di Google+ Hangouts e si attiverà automaticamente ogni volta che si parlerà con un utente sordo.

Questo servizio permetterà non solo la traduzione del linguaggio dei segni, per chi starà parlando con il disabile, ma permetterà a quest’ultimo di capire cosa gli vien detto attraverso una traduzione dal parlato al linguaggio dei segni.

Google ha introdotto anche altre scorciatoie per gli utenti che non saranno possibilitati ad usare il mouse, e che potranno sfruttare delle combinazioni di tasti della tastiera per poter accedere ai servizi della videochat.

Un esempio di comandi introdotti è quello del Ctrl+ D ( o Cmd+ D per i Mac) che permetterà di disattivare il microfono del computer senza dover usufruire di alcuna periferica aggiunta, se non della tastiera.

L’elenco dei comandi sarà pubblicato a breve dallo stesso Google nel pannello di supporto di Hangouts.

La Redazione 

Commenti

commenti