Share

The Witcher 3: Wild Hunt, nuove informazioni!

L’hype che si è creato attorno a The Witcher 3: Wild Hunt è incredibile, d’altro canto non si può che rimanere affascinati da questo ultimo lavoro del team polacco CD Projekt.

La notorietà del marchio è salita a dismisura negli ultimi anni e le politiche attuate dagli sviluppatori hanno fatto sì che milioni di giocatori in tutto il mondo si appassionassero al brand, al punto tale da porre la compagnia su di un piedistallo. Una cura maniacale per il proprio prodotto, idee di distribuzione eccellenti ed una qualità sempre elevata dei titoli sviluppati hanno permesso a CD Projekt di divenire una realtà enorme e consolidata in Polonia, fino a consentirgli di sviluppare , quest’anno, un gioco per tre diverse piattaforme e contemporaneamente.

The Witcher 3: Wild Hunt e la sfida di CD Projekt

Un ostacolo sicuramente non facile da superare e complesso da gestire, ma le cose sembrano decisamente andare per il verso giusto . The Witcher 3: Wild Hunt è uno di quei titoli che avrà un compito importantissimo: quello di dimostrare che questa next-gen può godere di ottimi videogiochi.

A differenza dei primi due episodi, Sapkowsky non ha collaborato alla trama di The Witcher 3: Wild Hunt, visto che il terzo capitolo è ambientato dopo gli eventi narrati nei libri della saga.

Oggi, 30 marzo 2015, Damien Monnier, senior game designer di The Witcher 3: Wild Hunt, ha risposto su Twitter a tantissime domande degli appassionati.

Ecco cosa ne è uscito fuori:

  • – I tatuaggi di Geralt in The Witcher 2: Assassins of Kings potranno essere mantenuti utilizzando il salvataggio del gioco (su PC).
  •  Il team di sviluppo ama il sistema di combattimento di Dark Souls II. Quello di The Witcher 3: Wild Hunt sarà simile, reattivo, veloce. Il titolo di From Software è stata una grande ispirazione.
  •  Le armature nel gioco non potranno essere personalizzate esteticamente. Saranno comunque ripartite in differenti classi. Le tre migliori armature disporranno di cinque tier.
  •  A Geralt non crescerà solo la barba, ma anche i capelli.
  •  Sarà possibile usare i Segni anche cavalcando.
  •  Durante i viaggi in barca, bisognerà stare attenti ai mostri e altre minacce. La nave può essere infatti distrutta.
  • Il gioco sarà privo di censure in Germania, al 100%.
  •  Ciri: il personaggio è più debole, ma ha maggiore rapidità e un approccio differente alle magie. Sarà possibile utilizzarla durante momenti specifici della storia, non necessariamente nei flashback.
  •  The Witcher 3: Wild Hunt risulterà molto accessibile anche per chi non ha mai giocato con un episodio della serie.
  •  Ci saranno degli atti, ma ai giocatori non verrà comunicato in quale missione si troveranno.
  •  I DLC di The Witcher 3: Wild Hunt saranno tutti gratuiti, ma non si tratterà di contenuti di piccoli contenuti: ci saranno nuove quest.
  •  L’inserimento di un numero così elevato di NPC nel gioco ha rappresentato una vera e propria sfida.
  •  La visuale sarà regolabile: con zoom e altre opzioni inserite grazie ai feedback dei giocatori.
  •  Yennefer potrebbe indossare gli abiti visti nel trailer “Sword of Destiny”.
  •  La durata del gioco può arrivare a oltre duecento ore, completando tutte le missioni.
  •  I cambiamenti climatici influenzeranno gli NPC. In particolare l’arrivo di tempeste.
  •  A breve arriveranno nuove informazioni sul sistema di alchimia. Niente gnomi!
  •  Ci sarà un sistema per catturare immagini, anche del solo scenario.
  •  L’interazione con l’ambiente è stata ridotta rispetto alla build originale, ma sarà possibile far volare tavoli, sedie e mobilio in generale durante i combattimenti.
  •  La resa dell’acqua è stata migliorata rispetto alla build di gennaio, con nuove varianti e un miglioramento delle tempeste.
  •  I fan non devono preoccuparsi della versione PlayStation 4, parola di Monnier.
  •  La versione consigliata del gioco è quella PC, senza alcuna restrizione tecnica, ma su Xbox One il gioco girerà con dettagli superiori al minimo.

Vi lasciamo con un video che ci mostra il Gameplay ufficiale di questo titolo!

Che ne pensate? Lo aspettate con ansia? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto.

Simone Capuano

Commenti

commenti

Leave a Comment