Share

Internet Explorer continua a vincere il primato di browser più efficiente: stavolta parliamo di autonomia energetica.

La “leggenda” del browser Internet Explorer è conosciuta persino dagli utenti non proprio esperti del campo.
Crash, bugs, rallentamenti e così via sono stati compagni di IE per anni, finchè non è stata rilasciata l’ultima versione 11 che ha dato una svolta nel curriculum di Microsoft.

Infatti come ben saprete, la versione 11 disponibile di Windows 8 ha introdotto parecchi cambiamenti e migliorie tanto da portare Internet Explore tra i migliori browser attualmente utilizzabili ( dati raccolti attraverso una serie di test).

Al di là dei precedenti abbastanza denigratori, IE ha potuto sempre godere di un vantaggio, ovvero quello del risparmio energetico della batteria.

Grazie ad una raccolta di test e dati, effettuati dal sito 7tutorials  è stato dimostrato, per l’ennesima volta, l’efficienza che questo browser dimostra in termini di batterie di portatili e tablet Windows. Ovviamente per ogni test, sono stati messi a confronto le ultime versioni di Internet Explorer ( nelle versioni Desktop e Touch) , Firefox Mozilla, Chrome ed Opera.

Come da immagine, su un Toshiba Encore, a sbaragliare la concorrenza è Internet Explorer 11 Touch, che regala al dispositivo la bellezza di 8 ore e 52 minuti di autonomia, lasciando il resto del podio alla sua versione Desktop, con un terzo posto assegnato a Firefox 26. – anche se con poca differenza dagli altri-

Quest’altra immagine mostra, invece, il comportamento dei browser su Tablet, in particolare un Surface Pro 2:

La vittoria va a Internet Explorer 11 Desktop con 4 ore e 45 minuti di durata di batteria, seguito da Firefox 26 e da Internet Explorer 11 Touch.
I Peggiori, anche in questa tabella, risultano essere Opera e Chrome.

Insomma, nel corso dell’ultimo anno Microsoft è riuscita a recuperare un bel pò di terreno riguardo la navigazione web, e a dimostrarlo sono i continui test che danno sempre e comunque come vincitore, proprio Internet Explorer.

Le abitudini sono dure a morire, soprattutto se in passato ci ha dato un servizio quasi del tutto insoddisfacente, ma è chiaro quanto IE meriti considerazione, in caso di scelta di utilizzo.

La Redazione

Commenti

commenti

Leave a Comment