Share

Samsung e TMSC competono per la produzione dei chip A9 di Apple

Samsung e Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (TSMC) sono ancora in competizione per la produzione della prossima generazione di chip A9 di Apple. Il fornitore primario dovrebbe essere nominato entro la fine di questo anno, secondo i rapporti di Digitimes.

A8
La notizia ci spiega che Samsung ha offerto ad Apple il servizio a prezzi più bassi, nel tentativo di convincere l’azienda di Cupetino. La società è anche disposta a produrre altri chip come quelli per la memoria flash e svolgere servizi di ottimizzazione in-house. Samsung è stata il produttore primario per i chip A-series di Apple fino a quando Apple ha stretto un accordo con TSMC per produrre i suoi chip, lo scorso anno.

Il mese scorso, il presidente dell’unità business Samsung, Kim Ki-nam  ha annunciato che la società avrebbe cominciato a lavorare su processori a 14 nanometri per Apple; la cosa potrebbe farci credere che l’azienda coreana abbia già vinto la gara per la produzione dei chip di nuova generazione. Tuttavia, è anche possibile che sia Samsung che TMSC potrebbero condividere il carico di Apple, dando una diversificazione alla propria catena di fornitura in modo da soddisfare al meglio le esigenze produttive.

L’anno scorso, si è parlato di un contratto tra Apple e Samsung per gestire il 30% ed il 40% della produzione totale dei chip A9, mentre TSMC avrebbe gestito il resto del carico. Gli A9 di Apple dovrebbero presumibilmente essere presenti negli iPhone ed iPad di prossima generazione. Infatti, l’iPhone 6 e 6 Plus utilizzano attualmente il processore A8 da 20 nanometri. L’iPad 2 Air utilizza un più potente triple-core chip A8X, fino al 55% più veloce rispetto al chip A8 trovato nell’iPhone 6.

Col tempo capiremo quali saranno le sorti dei due produttori in gara, ovviamente vi terremo aggiornati in caso di notizie in merito.

La Redazione

Commenti

commenti

Leave a Comment