Share

Unpacked 2015 di Samsung: hands on dei Galaxy S6 e Galaxy S6 Edge

Molte aziende si stanno dando da fare durante questo Mobile World Congress 2015 ( MWC 2015): abbiamo già avuto modo di conoscere le novità di HTC, tra le quali il nuovo Vive per la realtà virtuale ed un nuovo braccialetto fitness niente male, e stiamo attendendo le conferenze degli altri OEM. Ma Samsung? La società coreana ha dato il meglio di se al suo Unpacked 2015!

samsung galaxy s6 mwc 2015

Samsung, ha tenuto nella stessa giornata, il suo evento annuale Unpacked 3015 e come previsto, la società ha annunciato il nuovo telefono di punta, trapelato in numerose foto durante le ultime settimane.

Il nuovo Galaxy S6 sarà disponibile in due varianti, il Galaxy S6 e Galaxy S6 Edge. Entrambi caratterizzati da un buon assetto hardware dato da Exynos SoC 14nm in-house, schermo a 577 PPI, 3GB di RAM a bassa potenza, e fino a 128 GB di spazio di archiviazione.

samsung galaxy s6 2 mwc 2015

Secondo J.K. Shin, i due S6 sono unici nel loro genere e saranno dotati anche della tecnologia Samsung Pay per poter effettuare facilmente pagamenti, ovunque voi siate.

Il nuovo Galaxy S6 Edge è caratterizzato da un bordo a doppia curvatura, ed entrambi i device risultano molto sottili. Tuttavia, Samsung sostiene che non saremo in grado di piegarli, poiché progettati per essere il 50% più forte rispetto ai normali dispositivi – palese frecciatina ad Apple?.

Il neo UX segue una nuova filosofia di design ed appare simile al Google Material design. La versione a bordo presenta dei comodi widget, ed entrambi i telefoni hanno un nuovo menu per la fotocamera che non richiede alcun scorrimento. Il Galaxy S6 dispone di una nuova funzionalità che provoca un bagliore sui bordi quando si ricevono le notifiche.

Il nuovo processore e lo schermo sono ottimizzati per una maggiore durata della batteria e Samsung sostiene che i due telefoni caricano più velocemente rispetto ad un iPhone 6 di Apple; inoltre, saranno in grado di offrire 4 ore di utilizzo, dopo soli 10 minuti di ricarica. Entrambi i Galaxy S6 sono dotati di ricarica wireless integrata.

mwc 2015 samsung

Per quanto riguarda la fotocamera, essi presentano un sensore anteriore da 5 MP in grado di funzionare alquanto bene anche in condizioni di scarsa illuminazione. La camera posteriore ha un sensore da 16 Mp, con stabilizzatore ottico dell’immagine e pulsante dedicato alla fotocamera che permette la cattura delle immagini in soli 0,7 secondi.

I nuovi Samsung Galaxy S6 e S6 Galaxy Edge saranno disponibili a partire dal 10 aprile in 20 paesi ed in tre opzioni di 32, 64, e 128 GB di storage con prestazioni SSD-like; inoltre, vi sarà anche una vasta scelta di colori tra oro, bianco, blu, verde e nero.

img_0283_story

Quando lo scorso anno, è stato presentato il Galaxy S5 di Samsung, il pubblico si è ritrovato dinanzi un sorprendente dispositivo dalle alte prestazioni, grazie all’eccezionale durata di batteria ed uno splendido schermo Super AMOLED.  E’ stata apprezzata anche la sua costruzione sottile, leggera e resistente all’acqua – anche se potevano risparmiarsi la plastica utilizzata per la sua costruzione.

Tuttavia il Galaxy S5 ha da sempre dato l’impressione di essere un dispositivo incompleto: esso non sembrava un high-end come lo è stato il HTC One, né pareva raggiungere la bellezza di un iPhone 5 o la solidità di un fiore all’occhiello Lumia.

Con il Galaxy S6, Samsung ha cercato di ovviare a tali critiche e grazie a Neowin, potremo dare un’occhiata ad uno dei primi hands-on dei dispositivi S6 e S6 Edge.

img_0261_story

I due device condividono caratteristiche quasi identiche ma la chiave di differenziazione tra loro è data dalla curvatura dei bordi destro e sinistro del dispositivo Edge. Curiosamente, lo schermo a doppia curvatura semprerebbe molto meno funzionale rispetto al primo modello di smartphone che ha presentato questo tipo di tecnologia ( parliamo del Galaxy Note Edge, caratterizzato da un solo lato curvato anziché due).

img_0286_story

Dopo aver chiesto ad alcuni rappresentanti Samsung quali benefici potesse dare questo particolare schermo, l’unica risposta degna di esser riportata è stata la capacità di eseguire alcuni gesti lungo i bordi in modo da attivare delle funzionalità particolari. Con uno swipe, ad esempio, si otterrà una sovrapposizione dei vostri cinque contatti preferiti, ciascuno abbinato ad un colore specifico. Quando uno di questi contatti verrà chiamato, i bordi curvi del display si illumineranno nel colore designato.

Come spiegano gli inviati di Neowin, parliamo di roba elegante ma del tutto superflua.

Eppure, al di là di questo, il Galaxy S6 Edge riesce a fare la sua bella figura a differenza del Galaxy Note Edge, che appariva abbastanza imbarazzante con quel lato curvo dello schermo. La sua estetica è aiutata dal fatto che tali sporgenze non siano abbastanza profonde rispetto al bordo, quindi non la sua forma non stona affatto.

In effetti, non c’è nulla da dire contro l’aspetto del dispositivo, che appare assolutamente bello e persino più elegante della versione standard del S6.

img_0266_story

Il Galaxy S6 presenta sia materiale in metallo che in plastica e appare abbastanza piacevole da tenere – anche se per via della sua ultra-brillante carrozzeria, ci ritroveremo a dover pulire di continuo la scocca del device, a causa delle macchie orribili che andranno a formarsi ad ogni minimo tocco. 

In questo video potrete dare un’occhiata al design dei due S6.


Al di là delle ditate – che per fortuna possono esser cancellate- non si può ignorare la sensazione provata al tocco dello smartphone. La comodità di tenere il nuovo Edge in un’unica mano e poter raggiungere ogni zona del display, lo rendono assolutamente degno di nota. 

Il suo display appare più bello rispetto al S6 originario, anche se si ha il sospetto che il tutto sia dovuto al numero maggiore di pixel più che alla qualità del display. La tecnologia di visualizzazione Samsung è sempre stata eccezionale e la densità di pixel di 577 ppi si fa notare senza alcuna timidezza.

Dopo un breve periodo di valutazione per entrambi i dispositivi, non sono stati avvertiti sforzi da parte del software e non sono stati notati lag o pause, nemmeno in caso di sforzo causato dall’apertura di applicazioni multiple.  Ovviamente, questo aspetto potrà essere approfondito una volta che i device saranno rilasciati nelle mani degli utenti, considerando che per ora tutto ciò che stiamo dicendo si basa su un hands on abbastanza frettoloso.

Per quanto riguarda lo scatto delle foto, si può dire che la fotocamera lavori molto bene, riuscendo a catturare immagini anche in ambienti poco illuminati e dando una qualità davvero buona, nel complesso. 

img_0267_story

Insomma, Samsung è riuscita a migliorare tanti aspetti dei suoi top di gamma precedenti, a partire dalla qualità dei materiali ( sicuramente la plastica del S5 non mancherà) e design fino ad arrivare alle prestazioni dell’interfaccia. Non resta che aspettare la risposta del mercato e capire se questi due nuovi gioielli saranno amati o odiati dal pubblico – quando si tratta della casa coreana, si arriva sempre e comunque ad esagerare coi giudizi.

Cosa ne pensate voi del nuovo Galaxy S6 Edge?E del S6?

Anna Amura

Commenti

commenti

Leave a Comment