Share

Alzheimer: Samsung rilascia un’app che può aiutare i malati

È un dato di fatto, quando si invecchia si tende a dimenticare alcune cose. Tuttavia, c’è chi non solo dimentica i propri trascorsi, ma presenta sintomi quali afasia, disorientamento, incapacità di prendersi cura di sé; queste persone soffrono di un disturbo chiamato Morbo ( o Malattia) di Alzheimer.

Samsung Electronics Tunisia (SETn), con l’aiuto della Tunisian Alzheimer’s Association e 3SG BBDO, ha lanciato una nuova applicazione mobile chiamata “Memory Backup”. Essa fungerà da stimolatore della memoria, per quelle persone che mostrano i primi segni di tale malattia. Aiuta i pazienti ad orientarsi, individuando i familiari e gli amici che si trovano nelle vicinanze, e in aggiunta ricorda al paziente persino il suo rapporto con quella persona e le esperienze avute insieme.

L’applicazione utilizza la connettività Bluetooth del dispositivo e cerca altri dispositivi che eseguono la stessa applicazione. Tali dispositivi saranno connessi tra loro, se si trovano in un raggio di 10 metri. A quel punto, Memory Backup mostra a video le informazioni riguardanti la persona vicina.

Samsung-The-Backup-Memory-Project-2

Azer Jaafoura, responsabile marketing di Samsung Electronics Tunisia, ha condiviso i suoi pensieri circa la nascita del progetto. Egli ha dichiarato:

Volevamo facilitare la vita ai malati di Alzheimer, ma non eravamo sicuri di come farlo. L’Alzheimer può essere incurabile, eppure, studi recenti hanno dimostrato che la stimolazione mentale sotto forma di promemoria regolari di eventi passati, potrebbe potenzialmente rallentare la progressione della malattia. Ci siamo concentrati su questo.

Samsung Electronics ha collaborato con la 3SG BBDO per progettare l’applicazione. Inoltre, l’Associazione tunisina di Alzheimer si è occupata della fase testing, durante lo sviluppo dell’applicazione, per garantire il suo corretto funzionamento. Secondo il dottor Meriam Labidi, un geriatra e membro della Associazione tunisina Alzheimer:

Alcuni malati di Alzheimer hanno provato l’applicazione e abbiamo raccolto buoni risultati. Con il morbo di Alzheimer, ciò che è perduto è perduto per sempre. Attraverso la stimolazione cognitiva, i pazienti possono tenere viva la propria memoria, rallentando l’effetto devastante della malattia.

Azer ha in mente di aggiungere ulteriori funzionalità all’app, come la possibilità di utilizzare il GPS del telefono in modo da rendere semplice la localizzazione in tempo reale dei propri cari.

Già nel dicembre dello scorso anno, Samsung ha sviluppato un’app simile denominata “Look at Me”, che mira ad aiutare i bambini con autismo a praticare il contatto visivo.

Backup Memory può essere scaricata dal Google Play Store.

Anna Amura

Commenti

commenti

Leave a Comment